Centro di formazione G. Tononi

Da sempre il tema della “sicurezza stradale” ha acceso i propri riflettori verso il mondo giovanile, e da quando questo è stato trattato e sensibilizzato, si è sempre cercato di fornire maggiori informazioni riguardo la prevenzione e la gestione del pericolo stesso. I comportamenti, da sempre soggetti di discussione, hanno riguardato negli anni l’incoscienza, lo scorretto stile di vita e di guida, fino ad un abuso ed un utilizzo di sostanze alcoliche o psicotrope, o di qualsiasi mix chimico in grado di alterare lo status fisico e psichico dell’individuo stesso.

 Questo lungo percorso dovrà necessariamente andare oltre il saper gestire una situazione di pericolo a fatto compiuto, ma dovrà, bensì, informare il giovane e munirlo di tutte quelle conoscenze necessarie ai fini della prevenzione e di una piena autoconsapevolezza, verso ciò che sta facendo, ed ancor di più riguardo la collettività La prima cosa, infatti, che ogni persona alla guida dovrebbe pensare, non si limita esclusivamente alla propria autocoscienza ed incolumità, ma al garantirsi auto responsabile anche verso la comunità che la circonda, dai fatti di cronaca ad oggi potremmo addirittura dire che queste nella maggior parte dei casi, risultano vittime inconsapevoli.

 All’apice di tutta questa analisi e delle necessità primarie nasce uno degli obiettivi strategici fondamentali dei “Giovani della CRI” ovvero analizzare il medesimo contesto, fornendo specifiche informazioni dal punto di vista tecnico e della prevenzione passo dopo passo.

Gli stessi, poi, hanno come scopo ultimo quello di produrre un cambiamento positivo sensibilizzando alla prevenzione dei rischi di incidenti legati ai vari comportamenti considerati a rischio (abuso di alcool, sostanze psicotrope, guida distratta o in stato alterato, velocità, stress) e sull’impatto relativo alla salute umana.

 Educare l’intera popolazione, affinché  ciascuno  adotti  uno  stile  di  vita  sano,  intervenendo  in primis nelle scuole di ogni ordine e grado, nei luoghi di aggregazione giovanile, nelle autoscuole etc etc..

 Il corso, nello specifico, si pone come obiettivo quello di una partecipazione attiva degli utenti che, al termine, dovranno essere in grado di:

 - Essere individui più indipendenti e responsabili della propria sicurezza e di quella altrui;

 -  Capire che la sicurezza stradale sta diventando, nel mondo, un problema sempre più importante;

 -  Acquisire  le  competenze  necessarie  per  ridurre  il  rischio  di essere causa e/o vittima di incidenti stradali e per diffondere le informazioni apprese in maniera orizzontale.

 Per quanto riguarda i contenuti, invece, questi si articoleranno secondo:

 -  Stili di vita sani rendono il mondo sano;

 -  Educazione stradale: i giovani come criticità ed agenti di cambiamento;

 -  Corretta chiamata in caso di incidente stradale.

 La metodologia didattica, peraltro, sempre in linea con gli obiettivi ed i contenuti, sarà concerne ad una metodologia educativa, di tipo non formale, basata sulla peer education, lee lezioni, infatti, si svolgeranno secondo un approccio interattivo e verranno privilegiate esercitazioni pratiche e lavori di gruppo.

 E tu.. sei certo di essere un buon guidatore? E soprattutto: sei sicuro di essere a conoscenza di tutte le informazioni necessarie ai fini di garantire la tua incolumità e di chi ti circonda???

 Per rimanere sempre collegati ed aggiornati, visitate il nostro Sito Web http://cfptononicri.it/ e pagina facebook “Centro Formazione Croce Rossa Italiana Trentino – Gorgio Tononi” 

per tutte le news, nuove collaborazioni e corsi…